Prodotti di origine animale

Gli operatori del settore animale possono immettere sul mercato solo prodotti di origine animale contrassegnati da un bollo sanitario (richiesto per le carni fresche) apposto ai sensi del Reg. CE 854/2004.

Qualora tale regolamento non preveda l’applicazione di un bollo sanitario, da un marchio di identificazione (previsto per i prodotti a base di carne, latte e derivati, prodotti della pesca, uova e miele) apposto ai sensi dell’allegato II, sezione I, del regolamento 853/2004.

ESEMPIO DI MARCHIO DI IDENTIFICAZIONE

es_marchio_id

Il bollo sanitario va posto sulla carcassa animale ed è necessario per la commercializzazione delle carni fresche, ma non va in etichetta.

Il marchio identificativo va sulla etichetta o sul prodotto, sull’involucro o sull’imballaggio e può eventualmente essere rappresentato da una targhetta fissa di materiale resistente.

Quando i prodotti di origine animale sono posti in un imballaggio destinato al consumatore finale è sufficiente che il marchio sia apposto sulla superficie esterna di detto imballaggio.

Il marchio di identificazione deve avere forma ovale, deve essere leggibile ed indelebile e i suoi caratteri facilmente decifrabili. Esso deve riportare:

  • il nome del Paese in cui è situato lo stabilimento, indicato per esteso o mediantte un codice a due lettere conforme alla norma ISO pertinente (IT);
  • il numero di riconoscimento dello stabilimento (ad es. 1765L);
  • l’abbreviazione CE, EC, EF, EG, EK, EY, ES, EU, EK, EB o WE se applicato in uno stabilimento situato in uno dei Paesi membri (ad es. CE). Tali abbreviazioni non devono rientrare nei marchi apposti su prodotti importati nella Comunità da imprese situate all’esterno della stessa.