Che cosa rappresenta

Per etichettatura si intende “l’insieme delle menzioni, delle indicazioni, dei marchi di fabbrica o di commercio, delle immagini o dei simboli che si riferiscono al prodotto alimentare e che figurano direttamente sull’imballaggio o su un’etichetta appostavi o sul dispositivo di chiusura o su cartelli, anelli o fascette legati al prodotto medesimo, o, in mancanza, in conformità a quanto stabilito negli articoli 14, 16 e 17, sui documenti di accompagnamento del prodotto alimentare”. [art.1, c. 2, lett. a del D. Lgs. 109/1992]

La prima normativa sull’etichettatura dei prodotti alimentari si ha nel 1978 con la Direttiva 79/112/CEE, che fu recepita in Italia con il D. Lgs. 109/1992.

Nel 2003, la Direttiva 79/112/CEE fu abrogata dalla Direttiva 2000/13/CEE. In Italia non venne emanata una nuova norma ma vennero apportate modifiche al D. Lgs. 109/1992 che, ancora oggi, è il riferimento nazionale contenente la disciplina per etichettare i prodotti alimentari.

In ambito europeo il 25 ottobre 2011 il Parlamento e il Consiglio Europeo hanno adottato il Regolamento UE 1169 “relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori”. Con questo Regolamento, il legislatore dell’Unione europea, per rafforzare la certezza giuridica e per garantire un’applicazione razionale e coerente della normativa, ha abrogato le Direttive 2000/13/CE e 90/496/CEE sostituendole con un unico Regolamento ed aggiornando le disposizioni in esse contenute.